Globalmagazine PNRR

PNRR e transizione digitale nelle PA, l’opportunità da non perdere

50 miliardi di euro. Volevamo impressionarvi iniziando questo articolo con un numero spaventoso ma non sappiamo se ci siamo riusciti, quello che però possiamo già dirvi è che tale cifra è prevista nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) come “budget” dedicato alla transizione digitale.

Il tema della digitalizzazione della PA, di cui abbiamo già parlato qui, è diventato finalmente una priorità anche nell’agenda politica, non sempre purtroppo al passo con i tempi e con le necessità del Paese, ma soprattutto è esploso come necessità collettiva a seguito della pandemia di Covid che ha acuito la necessità di moltiplicare i servizi digitali e lo smart working per l’intera popolazione.

Quali vantaggi comporta l’avvio della transizione digitale nella PA?

Realizzazione di infrastrutture digitali sicure in cloud, semplificazioni per l’e-procurement (ossia l’approvvigionamento elettronico di beni e servizi) e lo scambio dati tra amministrazioni ma anche piena trasparenza, facile accesso ai dati nonché, per le amministrazioni che resteranno indietro o peggio indifferenti alle nuove esigenze digitali, sanzioni e disincentivi di non poco conto; ecco in breve i vantaggi della transizione digitale nonché le conseguenze per chi deciderà di ignorarla.

Il Piano mette a disposizione circa 50 miliardi di euro per la digitalizzazione: una dotazione di per sé significativa, anche se da sola insufficiente a recuperare il nostro gap digitale, ma che dovremo essere in grado di moltiplicare – ha spiegato dalle pagine di Corrierecomunicazioni.it Andrea Rangone, presidente di Digital360Imprese e pubbliche amministrazioni dovranno realizzare progetti di grande portata per amplificarne l’effetto, lavorando insieme, con l’obiettivo comune dell’innovazione. Mai come oggi possiamo giocare la partita per la trasformazione digitale”.

Per accelerare la digitalizzazione è necessaria una chiara governance tra i soggetti pubblici e privati, con una definizione dei ruoli e degli obiettivi tra il sistema locale e nazionale dell’innovazione”, ha poi concluso Gianni Dominici , dg di FPA, società del Gruppo Digital360.

Questo è dunque il momento ideale per avviare un percorso che non può più attendere; per informazioni e per saperne di più non esitate a contattare gli esperti di Globalsystem, come sempre senza impegno.

CONDIVIDI

Vedi anche

Globalmagazine Like

Dalla visibilità alla vendibilità, 10 punti per passare ad un marketing digitale efficace

Nonostante l’invasione di guru o pseudo tali che ogni giorno promettono sogni di ricchezza e …